SBLOCCA la spedizione gratuita con spesa minima di €39

Migliori guinzagli per cani 2023: Guida all’acquisto e Classifica

Quali sono i migliori guinzagli del 2023? Ecco i diversi tipi di guinzaglio in commercio e il loro utilizzo.
Cosa trovi in questo post:
migliori guinzagli per cani

Perché è importante acquistare un guinzaglio?

Se hai un cane, probabilmente conosci l’importanza del guinzaglio. Il guinzaglio non è solo uno strumento per mantenere il tuo cane sotto controllo, ma è anche un’importante parte della cultura del possesso responsabile degli animali domestici.

In questo articolo esamineremo la varietà di guinzagli disponibili in commercio, i loro materiali di fabbricazione e perché dovresti considerarne l’utilizzo con il tuo amico a quattro zampe.

Partiamo da una semplice premessa: Il guinzaglio è senza dubbio uno di quegli strumenti essenziali per chiunque decida di accogliere nella propria famiglia un amico a quattro zampe: aiuta il proprietario durante le passeggiate a mantenere il cane al sicuro, ma può essere utilizzato anche per l’addestramento e l’educazione. Tuttavia, come sempre, è importante scegliere la giusta tipologia di guinzaglio per le esigenze del proprio cane, ed assicurarsi sempre di utilizzarlo correttamente per evitare incidenti o lesioni.

È importante anche sottolineare che, secondo l’Ordinanza ministeriale concernente la tutela dell’incolumità pubblica dall’aggressione dei cani, il guinzaglio è uno strumento da utilizzare obbligatoriamente, quando si decide di portare con sé il proprio cane in aree urbane o altri luoghi comunque aperti al pubblico.

Ad oggi sono disponibili sul mercato diversi tipi di guinzaglio per cani, ciascuno con le proprie caratteristiche a livello di materiali, funzionalità o specifiche. La scelta di una tipologia di guinzaglio piuttosto che un’altra dipende da molteplici fattori, come ad esempio la taglia del tuo cane o l’utilizzo che intendi fare di questo pratico accessorio.

È utile inoltre assicurarsi di scegliere un guinzaglio di alta qualità, che sia allo stesso tempo resistente e sicuro per il proprio cucciolo, in modo da trasformare le passeggiate quotidiane in compagnia in un’esperienza unica per cani e umani.

Quali tipologie di guinzagli per cani esistono?

Ci sono diversi tipi di guinzagli disponibili in commercio, ognuno con le sue caratteristiche e vantaggi. I 4 modelli più diffusi e che ci teniamo a consigliarti sono:

Guinzaglio Premium

E’ la tipologia di guinzaglio più comune, quella verso cui ci si orienta solitamente in presenza di un nuovo cucciolo, e che tende a soddisfare gran parte delle esigenze quotidiane. Ne esistono infinite varietà dal punto di vista dei materiali, dei colori, della lunghezza, dello spessore e del design, e sono l’ideale per quei proprietari di cani non troppo vivaci, che non vogliono rinunciare allo stile durante i momenti insieme all’aria aperta: con questi guinzagli ci si può davvero sbizzarrire dal punto di vista estetico!

Guinzaglio retrattile

Questa tipologia di guinzaglio consente al cane, grazie ad un meccanismo che lo porta ad allungarsi fino a 5 metri di distanza, di allontanarsi o tornare dal proprietario con molta più libertà. È anche vero che, in aree urbane con strade particolarmente affollate o trafficate, sarà necessario tenere il guinzaglio bloccato la maggior parte del tempo e, se si vuole far scorrazzare liberamente il proprio amico a quattro zampe, si può piuttosto pensare di lasciarlo libero in un parco della zona con un’area cani dedicata.

Guinzaglio da addestramento

I guinzagli da addestramento sono disponibili in diversi materiali, tra cui nylon, cuoio e tessuto tubolare. Sono spesso dotati di diverse caratteristiche, come moschettoni di fissaggio, anelli aggiuntivi e connettori di sicurezza.

Il guinzaglio da addestramento viene spesso utilizzato nel mondo della cinofilia per l’educazione del cane e, in particolar modo, per lavorare sul suo comportamento durante il momento della passeggiata, per insegnargli a camminare al guinzaglio nella maniera corretta. Ecco alcuni esempi di guinzagli adatti all’addestramento:

Guinzaglio a catena

Questa tipologia di guinzagli viene utilizzata, solitamente, dai proprietari di cani dalla stazza importante o particolarmente forti e vivaci. Sono costituiti infatti da una catena di metallo, dalle maglie più o meno spesse a seconda dei casi, e da una maniglia in pelle o tessuto che ne consenta una presa più comoda, e quindi caratterizzati da una maggior resistenza rispetto alle altre tipologie di guinzaglio appena viste.

Quali sono le caratteristiche comuni a tutti questi accessori e come orientarsi per scegliere i più adatti?

  • I materiali: Un guinzaglio può essere realizzato con diversi materiali, come ad esempio nylon, pelle, corda o catena. I guinzagli in nylon rappresentano la soluzione generalmente più economica, sono idrorepellenti e quindi adatti a qualsiasi condizione atmosferica e anche abbastanza resistenti, a seconda della tipologia. Tuttavia, un guinzaglio in pelle o in corda è generalmente una soluzione più apprezzata dal punto di vista estetico, sebbene il prezzo possa essere più elevato e richiedano una maggiore cura nel quotidiano, ma ciò è bilanciato sicuramente da una maggior resistenza nel tempo oltre che dal discorso estetico. Nel caso in cui invece il tuo cane abbia la brutta abitudine di mordicchiarlo, ti consigliamo di prendere in considerazione l’idea di acquistare un guinzaglio a catena, per scoraggiarlo e allo stesso tempo evitare di ritrovarti durante la passeggiata con un guinzaglio che si spezza.
  • La lunghezza: Generalmente, per portare a spasso un cane nella vita quotidiana e in assenza di particolari esigenze, si utilizzano guinzagli lunghi tra i 100 e i 150 cm. Guinzagli più corti, infatti, sono indicati per avere un maggior controllo, come ad esempio in contesti urbani, mentre i guinzagli allungabili fino a 5 metri sono più indicati in contesti extra urbani, come ad esempio i parchi, e vengono utilizzati in determinati momenti della passeggiata, prestando sempre attenzione al luogo in cui ci si trova per evitare che il cane possa andare incontro a pericoli.
  • La larghezza: La larghezza del guinzaglio viene in genere stabilita in base al peso e alla forza del cane, e può variare dai 6-8 mm fino ai 20-25mm per cani particolarmente grandi e che tendono a tirare più di frequente. Nella scelta di questo parametro, quindi, oltre alle preferenze puramente estetiche, ti consigliamo di tenere in considerazione come fattore principale appunto la taglia e la forza del tuo amico a quattro zampe.
  • Il moschettone: Ogni guinzaglio presenta una qualche tipologia di aggancio sicuro al collare del tuo cane, e la maggior parte di essi hanno proprio un moschettone. Questo dovrebbe essere pratico e semplice da aprire e chiudere ma soprattutto sicuro e resistente, magari dotato di un meccanismo che ne impedisca lo sfilamento accidentale. Esistono diverse tipologie di moschettone, come ad esempio quelli a sgancio rapido, che si bloccano più duramente quando il cane tende a tirare perché vanno ad esercitare una maggiore pressione su sé stessi. L’importante è, anche in questo caso, orientarsi sempre verso materiali di qualità, resistenti nel tempo e pratici da utilizzare.

Si chiude qui il nostro approfondimento sui vari modelli di guinzagli per cani e l’importanza di possedere questo accessorio. È importante scegliere il tipo di guinzaglio che si adatta meglio alle esigenze del tuo cane e al tuo stile di vita, e di utilizzarlo in modo responsabile per garantire la sicurezza del tuo pet e degli altri. Ricorda sempre di rispettare le leggi locali e di mantenere il controllo del tuo cane in ogni circostanza.

Non perderti il meglio del mondo degli accessori per cani e gatti. Iscriviti alla nostra newsletter e scopri in anteprima tutti i nostri articoli. Analisi e suggerimenti per il benessere del tuo amico a quattro zampe!

Con amore e zampe, Pierpaolo.

Potrebbero interessarti anche: